UN’AURA ON STAGE

DSC_0159

DSC 0159 UN’AURA ON STAGE

UN’AURA ON STAGE di Viola
Panic Jazz Club – 30.01.2011

Luci soffuse, calici pieni e pianoforte sul palco. Mancava solo la voce di L’aura Abela (meglio conosciuta come L’aura) per completare il fascino mistico del momento. Chi solitamente fa zapping tra MTV ed ALL MUSIC, o s’interessa anche minimamente alla scena musicale italiana, non può non averne mai sentito parlare. Due partecipazioni a Sanremo, svariate collaborazioni tra cui Gianluca Grignani, Claudio Baglioni e Max Zanotti dei Deasonika. Ha aperto i concerti di Ben Harper, R.E.M. e Alanise Morrisette… che dire: la nostra donzella non è una principiante. E ne dà subito prova con i primi pezzi, riuscendo ad amalgamare in modo avvincente voce e melodia. Ci scappa anche qualche battuta, sfoggia sempre quel sorriso da ragazza “acqua e sapone”, mentre poi riesce a ammaliarti con destrezze di corde vocali. Via col jazz, poi una vena più rock: passa di ritmo in ritmo, e riesce a combinare bene quella melodia un po’ pop che ha fatto di lei una cantautrice apprezzata nella penisola. Talento ne ha, fascino pure; è sicuramente un’artista da tenere sott’occhio. Giovanile, nel fare e nei modi; parla col pubblico, si arrabbia con l’ asta del microfono. Ti accoglie come se il palco fosse il divano di casa… t’invita a battere le mani.  Dall’esordio col brano “irraggiungibile” uscito nel 2006, non si è dimostrata fenomeno prettamente sanremese, e varca ancora le classifiche italiane con il nuovo EP “sei come me”, uscito in ottobre 2010. E se si parla della sua bravura come musicista e cantante, non si può non prendere in considerazione anche le molteplici sfumature dei suoi testi…  si passa dai sentimenti alle emozioni, fino ad aspetti più sociali… un calderone poetico che la rende più attuale che mai. Si destreggia tra italiano ed inglese con padronanza, qualità che le concede dei punti in più rispetto ad altri cantanti nostrani. È bella, è brava… ed ha personalità, una dote che ogni artista dovrebbe possedere. Le carte in regola per potersi far strada nel panorama musicale italiano come vera regina non le mancano, e fa sempre piacere vedere che la nostra nazione si avvale di musicisti con cotanta energia e voglia di mettersi in gioco. Il nome fa fede al personaggio, speriamo non l’abbandoni mai quest’aura intorno a sé.

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
PICT GALLERY
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

facebook UN’AURA ON STAGEtwitter UN’AURA ON STAGEgoogle UN’AURA ON STAGEtumblr UN’AURA ON STAGEemail UN’AURA ON STAGEpinterest UN’AURA ON STAGE