THE SPECIALS (Alcatraz MI)

specials

specials THE SPECIALS (Alcatraz MI)

THE SPECIALS (Alcatraz MI) 22.09.2011 di Luca Sartor

Capita che un giorno ascolti una musica nuova, un ritmo e melodia mai sentiti, che ti piglia anima e corpo e decidi che si tratta sicuramente di una delle più grandi band di tutti i tempi. Capita che questa band reinventi o crei un genere musicale che sarà imitato da centinaia di band da lì in poi. Capita che questi signori creino una etichetta (la 2tone per l’appunto) che diviene una delle label storiche più collezionate e studiate nel mondo della musica. Capita che la tua passione musicale ti porta ad essere uno dei maggiori collezionisti al mondo e delle tue note discografiche e scansioni di copertine finiscano nel sito della 2 tone. E che magari il fuoco sacro della passione ti porta a scrivere un libro sulla loro avventura. La band in questione, gli Specials purtroppo rimane insieme solo poco più di un paio di anni, il tempo per incidere due lp ed un pugno di singoli. Gira il mondo ma non passa in Italia. Poi una volta sciolto il gruppo ti rimane il cruccio per non aver potuto vedere una delle migliori band di sempre. Passano trent’anni ma ecco l’occasione che ormai non ti aspettavi più. Rende l’idea dell’aspettativa che poteva esserci? Viaggio Venezia Milano da incubo (lavori fantasma a Verona con relativa fila e immancabile incidente dopo Bergamo …). Tengo duro e ripasso i brani con un best of… e poi ad aprire ci sono i mitici Casinò Royale.  Milano, nonostante ci abbia lavorato un anno è sempre più un casino, con l’expo in arrivo la situazione non è migliorata anzi direi che si è ‘Napolinizzata’ se mi passate la licenza poetica. Insomma riesco a perdermi. Arrivo mentre i C. Royale sono sul palco per una platea che immaginavo più numerosa (inizio concerto previsto ore 20.30). Non male il loro suono ed il repertorio, tosti ma li ho visti in tutte le salse negli anni e ne approfitto per tirare il fiato! Due chiacchere con la divina miss Rose e poi in pool position: si inizia. ‘Diveritevi ragazzi, divertitevi finchè siete in tempo perché è più tardi di quello che pensate..’ meglio di Lorenzo il Magnifico! Coro di un migliaio di fans (pienissima la hall) e poi il delirio: ‘Dawning of a new era’ è il primo della serie di brani mozzafiato. Su e giù col ritmo, un suono perfetto e stupendo che surclassa alla grande quello del primo album prodotto da E. Costello (una produzione parecchio criticata al tempo). Sono semplicemente pazzeschi : non c’è nessuno fermo. Un pubblico che riunisce diciottenni come cinquantenni (ma coevi nell’anima!) tutti ballano. Soul, reggae, ska goes punk in levare: questa la miscela originale che si snocciola in 25 gioielli appena riarrangiati di grande levatura compositiva. Testi politici/sociali attualissimi che non hanno perso niente dello smalto iniziale. Alle 23.30 il viaggio nel tempo, il sogno, finisce. Prendo il cd live della serata (il nuovo business del momento) ed è tempo di ripartire. Meno salterini e scatenati di un tempo ma il suono e la professionalità della band cui si è aggiunto un terzetto di fiati hanno indubbiamente migliorato il risultato finale. Mitici. Semplicemente atomici : una reunion assolutamente oltre ogni aspettativa. Mi sembra un bel modo per terminare la mia carriera di spettatore. Come il replicante di blade runner in 30anni ho visto il vedibile e son state grandi cose, è arrivato il tempo di lasciare.

facebook THE SPECIALS (Alcatraz MI)twitter THE SPECIALS (Alcatraz MI)google THE SPECIALS (Alcatraz MI)tumblr THE SPECIALS (Alcatraz MI)email THE SPECIALS (Alcatraz MI)pinterest THE SPECIALS (Alcatraz MI)