THE LOVE YOU FEEL IS STRONG

Gina Pane

“The love you feel is strong”

Gina Pane, Azione sentimentale, 1973
Perfume Genius, Dark Parts, 2012
di Enrica Sampong

Gina Pane (1939-1990) è un’artista di origine francese che trascorse la sua infanzia in Italia. Il suo è uno dei nomi più importanti della Body Art, una corrente artistica che utilizza il corpo per esprimere tormento fisico e non di meno mentale; la sua arte è da molti considerata un’arte sacra proprio per la forte valenza rituale e carica di religiosità.
Nel 1973 dà avvio ad Azioni sentimentali, una serie di performance che analizzano gli stati d’animo dell’uomo.
Gina Pane Azione sentimentale 1973 250x316 THE LOVE YOU FEEL IS STRONGIn quest’opera l’artista esegue in maniera completamente meticolosa azioni legate principalmente alla dimensione dolorosa del corpo. Le foto documentano la performance rituale di Gina, la quale, vestita di bianco, in un primo momento si rannicchia con un mazzo di rose. Dopodiché, inserisce nel braccio sinistro teso, le spine del fiore, fino ad arrivare al palmo della mano, dove incide con il suo stesso sangue una rosa.
E’ un gesto intenso, pregno di dolore e, nonostante tutto, decide di chiamare la sua performance Azione Sentimentale.
Ho scelto di legare quest’azione ad una canzone che, a mio avviso, esprime la necessità di estrapolare il dolore dal cuore, tanto quanto lo necessitava Gina Pane, sebbene lei decise di farlo in maniera fisica.
L’artista è Mike Hadreas (1981), che prende lo pseudonimo di Perfume Genius, cantautore di Seattle. La canzone è breve dal punto di vista testuale, ma risulta infinita da un punto di vista emotivo: Dark Parts (dell’album “Put Your Back N 2 It” del 2012, che vi consiglio di ascoltare tutto), racconta il dolore per la perdita del nonno del cantante.
Vorrei però soffermarmi principalmente sul ritornello del brano, nel quale il cantante afferma “I will take the dark parts of your heart, into my heart”, una frase dolorosamente emotiva che esprime quanto possa essere grande l’amore e nel contempo quanto possa essere tutto ciò sofferente, tanto quanto il gesto di farsi carico del “lato oscuro” (che ognuno di noi ha), o tanto quanto il gesto di prendere le parti appuntite di una rosa, simbolo dell’amore, e infliggersi del dolore.

“The love you feel is strong, the love you feel is stronger”, cara Gina Pane.

facebook THE LOVE YOU FEEL IS STRONGtwitter THE LOVE YOU FEEL IS STRONGgoogle THE LOVE YOU FEEL IS STRONGtumblr THE LOVE YOU FEEL IS STRONGemail THE LOVE YOU FEEL IS STRONGpinterest THE LOVE YOU FEEL IS STRONG