SWINGIN’ LONDON PARTY 4

banner_swing

banner swing SWINGIN LONDON PARTY 4

THE SWINGIN’ LONDON PARTY 4 by ROX

Martedì mattina al lavoro. Penso al weekend. Siiii! E’ quello giusto! Sabato ci sarà lo Swingin’ London Party! Ok, la macchina deve attivarsi, il precedente è stato fantastico e quindi non devo mancare! Chiamo un’amica, avviso: “sabato ci tuffiamo a danzare negli anni ’60, ok? Spread the word!” Dopo un’ora: siamo in sei! Sei ragazze che in coro “ma, come ci vestiamo? non ho niente da mettermi!” Google immagini aiutaci tu! Cerca: Mary Quant, Twiggy… Missione dopo lavoro: indagare nel negozietto vintage vicino al mio ufficio. Chiudo pc, pronta a tuffarmi nella naftalina! Entro e sento “Light my Fire” dei Doors. Wow. Esco con un vestito svasato e “cortissimo”. Dovremmo pure celebrare l’invenzione di Mary Quant, no? E’ sabato, è il giorno! Giusto per entrare nel mood mi ascolto i Beatles “Twist and Shout”.  Skype aggrega sei amiche che si scambiano links sui tutorial trucco Twiggy. Ore 21. Matita bianca sotto gli occhi, eyeliner nero sopra e ciglia finte (prese a Londra, giusto per essere fedeli all’origine dello stile). Oddio…ma, reggeranno? Sono una che “swinga”, che non credano di stare sopra una statua! Ore 22. Amica in ritardo. “ Ho avuto seri problemi con l’applicazione delle ciglia!” Uhm. Arriviamo e si,  siamo nel posto giusto. Mi sembra di essere entrata in un film,  o di essermi catapultata in una balera anni ’60. Piuttosto londinese. Who che suonano, vestiti optical, calze coloratissime, fasce in testa e … oh guarda, ma dove avrà trovato quegli stivali in vernice arancione??! Un drink: mojito? Un pimm’s lo vedo più a tema.  La gente socializza, ragazzi con giacche degne di emulare quelle dei Beatles, qualche occhiale strano e tutti che aspettano di incendiare la pista da ballo. Pista con pareti che riflettono proiezioni di immagini di quegli anni…Carnaby Street e le bellissime fotografie che hanno fatto diventare Twiggy un’icona. Wow! Ma…hey, questa è “These boots are made for walkin’ ” Prendo le mie amiche (non per i capelli, abbiamo impiegato tanto a farli così cotonati) e le trascino in pista. Nancy Sinatra apre le nostre danze.

Già c’è un sacco di gente che balla e no, non ci fermeremo per almeno due ore. Il DJ è fantastico e sbircio nella sua “case”. Solo vinili originali! Tutti (ma siamo tantissimi!!!) ci stiamo divertendo, il ritmo ci trascina e ci crediamo davvero in quegli anni invidiabili. L’entusiasmo è cosi tanto che un foulard diventa giusto per innescare un limbo (beh anche se è usanza più hawaiana che Swingin’ London, che importa!). Tra mani che oscillano, braccia che si incrociano e piedi che battono a ritmo, spunta una ragazza con abito lungo blu brillante e caschetto biondo. -“Hai un look fantastico!” – “Hey baby, io arrivo direttamente da Hollywood”. E’ tardi ma la gente non si ferma…sembra che lo “swingare” sia un’attività instancabile. Merito della musica che, per sbollentare i rimasti  irrefrenabili, si  rilassa con i lenti anni ’60. Ma, si, ora devo  proprio andare. (Ho le ciglia finta da togliere.)

TUTTE LE FOTO DELLA SWINGIN LONDON PARTY N° 4 LE TROVATE SUL GRUPPO FACEBOOK DEDICATO (CLICCA QUI)

facebook SWINGIN LONDON PARTY 4twitter SWINGIN LONDON PARTY 4google SWINGIN LONDON PARTY 4tumblr SWINGIN LONDON PARTY 4email SWINGIN LONDON PARTY 4pinterest SWINGIN LONDON PARTY 4