ROISIN MURPHY

roisin

roisin ROISIN MURPHY

Impossibile dimenticare pezzi cult come ‘Sing It Back’ e ‘The Time Is Now’. I tempi dei Moloko (che lei stessa definisce ‘un progetto congelato’ ma in pochi crediamo ad un ritorno sulle scene) sono ormai lontani ma il 15 aprile il nostro incontro con Roisin Murphy ci ricorda questo e molto altro. L’appuntamento è a Milano all’Hangar Bicocca, location incredibilmente suggestiva (le avete viste le quattro torri di Anselm Kiefer che ci sono al suo interno? Maestose), allestita a festa in occasione di un mega party privato del noto brand di jeans Replay. Prima di incontrarla ne sentiamo parecchie sul suo conto. Qualcuno ci dice che fino a che non la vede di persona sul palco non ci crede che arriva. Che è bizzarra, lunatica e a volte capricciosa. Che viaggia solo in business class e dorme in hotel a 5 stelle. Che quelli della sua casa discografia hanno rescisso il contratto perché costava una follia mandarla in giro a suonare. Per noi è un’icona fashion, una musa, e a Milano tutti la vogliono. Dagli appassionati di musica ai fashion victim: vogliono sapere dov’è finita, che programmi ha, cosa c’è nel suo guardaroba, cosa indosserà per la sua gig. Ed è un sogno che diventa realtà quando abbiamo il piacere di incontrarla. In giro per Milano prima, a fare shopping per lei e la sua bambina, e sul palco di questa favolosa festa da 2.500 persone dopo. Prima dello show, seduti nella tranquilla area backstage lontani dalla folla che già la chiama a gran voce, ci racconta che è reduce da una permanenza in Irlanda, suo paese di origine, di circa 6 mesi. Lì ha trascorso l’ultimo periodo della gravidanza prima di dare alla luce la sua bimba, Clodagh. Periodo di riflessione ed insieme di estasi, dove si è goduta ‘il paesaggio rilassante e la vista delle pecore’. Parlando di Malcom McLaren è stato naturale chiedere quale dei suoi progetti ha preferito. Risponde i Bow Bow Bow. Come se non bastasse ci confessa che è una fan dei Thin Lizzy, suoi connazionali. L’avreste mai detto? La neo mamma è pure punk. Quella sera suona dopo un energico live degli Hercules and Love Affair. E a noi rimane il ricordo di come ha fatto ballare la folla quella sera, la gente letteralmente impazzita che cercava di immortalarla e i tre bellissimi pezzi che ha cantato con il suo carisma interpretativo e l’attitude ‘indie-friendly’ mentre mixava.

facebook ROISIN MURPHYtwitter ROISIN MURPHYgoogle ROISIN MURPHYtumblr ROISIN MURPHYemail ROISIN MURPHYpinterest ROISIN MURPHY