Live Report: MARTA SUI TUBI

marta_sui_tubi_vinile

Live Report: MARTA SUI TUBI
di Marco Faccio

Gran ritorno dei Marta sui tubi nell’intimità del Vinile club di Rosà che li vede per l’occasione in formazione minimal, chitarra voci e batteria, ma non per questo meno efficaci. La capacità infatti di Giovanni Gulino e Carmelo Pipitone nel mescolarsi bilanciatamente ha come sempre del magico, la chitarra virtuosa accompagna perfettamente l’andatura dei testi che a tratti sussurrati sfociano in un inconfondibile sbraitare di passioni, le tonalità e gli arpeggi ,il cantautorato ed il rock, un piatto senza dubbio elaborato dai sapori folk e tradizionali delle terre sicule fusi ad un indie capace di portare con facilità testi e poesie anche talvolta disconnesse all’orecchio di tutti anche dei più scettici, gli strumenti vanno a danzare improvvisi dopo un apparente calma lì dove il testo và a farsi intenso e diretto,quasi ad evidenziare,a sottolineare che “l’unica cosa che devi fare è massacrare le tue paure” . Nessuna orchestra alla Teatro Ariston dunque ,solo pura essenza da club underground, passando da pezzi datati e leggendari fino al loro ultimo lavoro “Salva Gente”,il pubblico dalla sua risponde benissimo accompagnando gli artisti in coro per gran parte della performance costringendo addirittura, scherzando, Giovanni a chiedere un po’ di silenzio nel momento di eseguire una versione alternativa di una traccia che altrimenti i fans avrebbero coperto a squarciagola,complimenti!

facebook Live Report: MARTA SUI TUBItwitter Live Report: MARTA SUI TUBIgoogle Live Report: MARTA SUI TUBItumblr Live Report: MARTA SUI TUBIemail Live Report: MARTA SUI TUBIpinterest Live Report: MARTA SUI TUBI