IRON MAIDEN – Rock In Idro

iron

IRON MAIDEN – “Maiden England”
Rock In Idro 2014 – di Francesco Nicolli

Si sa, la prima volta può essere deludente…ma vi tolgo subito il dubbio, non è questo il caso! Pur avendoli sempre ascoltati e amati, assisto (colpevolmente, direi) a un concerto degli Iron Maiden a quasi quarant’anni, e l’occasione, finalmente colta, è la partecipazione del gruppo alla sesta edizione di Rock in Idro, festival che da Milano quest’anno si è trasferito a Bologna. I Maiden sono gli headliners del terzo giorno del festival, interamente dedicato a band hard rock e heavy metal, e naturalmente le ventimila persone presenti sono tutte lì per loro, anche se prima sul palco si sono susseguite formazioni di tutto rispetto e di crescente successo come Black Stone Cherry, Opeth e soprattutto Alter Bridge, capaci questi ultimi non solo di non farsi “schiacciare” dall’attesa per l’esibizione del celeberrimo sestetto britannico, ma anzi di coinvolgere ed entusiasmare il pubblico. Certo, qualche problemino di sound e il volume direi contenuto causa ubicazione logistica dell’ex Arena Parco Nord, ora intitolata a Joe Strummer, ha probabilmente penalizzato un po’ l’esibizione, comunque seguita con interesse dai più. Ma finalmente, quando il sole cala oltre l’orizzonte, inizia il live della band capitanata dal bassista e fondatore Steve Harris. Un concerto che è uno show, uno show che è un evento, questo lo diciamo subito. Perchè, innanzitutto, appena il concerto inizia, si ha la netta percezione, a livello musicale, della differenza che esiste tra gli Iron Maiden e quanti, non me ne vogliano i loro fans, li hanno preceduti sul palco. E poi perché, oltre che sul piano “sound”, anche su quello “vision” i nostri possono considerarsi dei maestri, con scenografie affascinanti e differenti per quasi ogni brano proposto (naturalmente con Eddie grande protagonista!). Inoltre, se questo non bastasse, bisogna ricordare come il “Maiden England Tour 2014” preveda una scaletta composta da brani antecedenti il 1988, con l’unica eccezione, e i fans capiranno perché, di “Fear of the dark”. Si inizia a mille, con “Moonchild”, seguita a ruota da “Can I play with madness” e “The prisoner”.

Una trippletta niente male, che presenta un gruppo carico a mille, con l’inconfondibile voce di un Bruce Dickinson subito istrione, le chitarre di Smith, Gers e Murray, il basso di Harris e la ritmica potente e precisa della batteria di McBrain. E’ evidente fin da subito come questa carica, la voglia di suonare, di divertirsi e far divertire, producendo uno spettacolo memorabile sia quel carburante in più che permette a questi sei quasi sessantenni di fare la differenza, anche oggi. Il repertorio è vasto e molte sono le hit che potrebbero essere incluse in scaletta, ma non c’è nemmeno il tempo per pensarci, perché i brani si susseguono freneticamente e subito è il turno di “2 minutes to midnight”, seguita dall’intensa “Revelations” e dall’inno “The trooper”, con Dickinson in divisa inglese a sventolare l’Union Jack. Come dicevamo, ai vecchi cavalli di battaglia come “The number of the beast” (preceduta naturalmente dalla celebre citazione dal libro dell’Apocalisse), “Phantom of the opera”, “Run to the hills”, la lunga e tecnicamente difficilissima “Seventh son of a seventh son”, “Wasted years”, “Wrathchild” e “Iron Maiden”, con cui si conclude la prima parte del concerto, viene affiancata una sempre toccante e partecipata “Fear of the dark”. Tutti sanno che però non può finire così, visto che la scalette dei Maiden variano pochissimo durante il tour, e così, dopo un primo saluto di rito, Dickinson e soci tornano quasi subito sul palco per regalarci un finale pirotecnico con “Aces high”, tratta dall’album “Powerslave” e preceduta da immagini della Seconda Guerra Mondiale e dalla voce di Churchill (il “Churchill’s speech”), la splendida “The evil that men do” e “Sanctuary”. Entusiasta e pieno d’emozione, non posso che confermare che…la prima volta non si scorderà mai!

facebook IRON MAIDEN   Rock In Idrotwitter IRON MAIDEN   Rock In Idrogoogle IRON MAIDEN   Rock In Idrotumblr IRON MAIDEN   Rock In Idroemail IRON MAIDEN   Rock In Idropinterest IRON MAIDEN   Rock In Idro