'NSMOKINGDOGS

Intervista esclusiva:
‘NSMOKINGDOGS

Cos’è per voi la musica: quando e come è nata quest’urgenza di suonare in ciascuno di voi e come è arrivata a confluire in ‘NSMOKINGDOGS
RINO:
Per me la musica è una forma d’arte a tutti gli effetti, non c’è mai stata urgenza di suonare, soltanto passione, con voglia di esprimere, cercare di far provare emozioni a chi ascolta o balla. ‘Nsmokingdogs per me è un progetto basato sulla cooperazione di pezzi a base reggae da ritagli di riff, provini con Enzo, il tutto messo su un buon motore ritmico, con spezzoni e voci di sax di Skaz. Provengo e sono ancora un rockers, che cerca di sfidarsi con il levare, infatti suono con una band Rock, gli e.drunks…mi picciono i The Strokes, come Peter Tosh, che ci devo fare?

Cosa significa ‘NSMOKINGDOGS? Il reggae in Italia e nel nostro territorio ha affondato bene le proprie radici?
RINO: Significa ‘In smoking dogs‘ perche inizialmente l’idea era di proporre un repertorio piu’ sobrio e pacato (all’occorrenza, con un ottimo budget riusciamo ancora a farlo), incentrato su dei cani (noi siamo dei cani, come vedete) in smoking! Riguardo le radici non comprendo quali radici…tipo Loredana Berte’ con ‘E la luna bussò’?

Come nasce un vostro brano?
RINO:
Un nostro brano nasce in modi diversi, a volte con delle jam, riascoltando il tutto poi, a volte ritagli di provini di Enzo e sucessivo riarrangiamento, altre, riff di chitarra / voce – e successivo arrangiamento

Gwan Fight Them’ è il titolo del brano inserito nella prima compilation di Sound&Vision Cd Project, contro chi dobbiamo combattere? Parlateci di questo pezzo.
ENZO:
Contro le ingiustizie perpetuate all’umanità e contro coloro che insistono negli abusi dei propri poteri. Contro chi vive spudoratamente sulle spalle del prossimo e contro chi brama contro i propri simili. Il messaggio è quello di combattere con le parole e con la musica che possono avere l’effetto di proiettili, se trasformate in arte, e quindi in grado di arrivare all’intimo di un’ascoltatore.

Il vostro reggae italiano, usa un messaggio slegato dalla corrente RASTAFARI o abbracciate questo orientamento anche dal punto di vista concettuale, oltre che musicale?
ENZO: Si, è slegato, da parte nostra va il massimo rispetto a chi porta avanti questo credo, il nostro è un messaggio esclusivamente conscious, ovvero di analisi introspettiva e del se in funzione di ciò’ che lo circonda. Dall’amore alla guerra, dal desiderio di migliorare le cose intorno a noi, al denunciare quello che non funziona, cercando di capire il perché e trovare soluzioni.

Chi dovete ringraziare per avervi fatto diventare quello che siete?
RINO: Diremmo nessuno, perche’ non siamo nessuno, in caso, se qualcuno vuole farsi ringraziare, siamo disponibili.

Quali sono i luoghi/situazioni dove preferite esibirvi? 
RINO: Le feste piene di gente tanto da non riuscire a respirare, luci non tanto forti, un buon impianto.

Un vostro punto debole, un vostro punto forte.
RINO:
Abbiamo solo punti forti e nessun punto debole, tutti bravi ragazzi, nessuno escluso.

facebook INTERVIEW : NSMOKINGDOGStwitter INTERVIEW : NSMOKINGDOGSgoogle INTERVIEW : NSMOKINGDOGStumblr INTERVIEW : NSMOKINGDOGSemail INTERVIEW : NSMOKINGDOGSpinterest INTERVIEW : NSMOKINGDOGS