limone

INTERVISTA ESCLUSIVA

A

LIMONE

Chi eri prima di diventare Limone. Raccontaci la tua esperienza.
Un seme innaffiato a  Nirvana. Come moltissimi altri cantatori moderni, le radici della mia esperienza musicale affondano negli anni 90, periodo Grunge.  Più il la invece il primo contatto col cantautorato italiano a cui poi mi sono ampiamente ispirato.

 Nel Limone che troviamo dentro l’ ‘Aperitivo’, brano inserito nella seconda compilation di S&V, c’è una certa acidità di fondo, quasi a smascherare il vuoto di contenuto all’interno di un rituale come quello dell’aperitivo, appunto…è questo l’obiettivo della tua musica?
Mi piace pensare alla musica come ad una forma di comunicazione a metà tra un quaderno e  un quadro.
Nelle mie canzoni provo sempre ad esprimere dei concetti talvolta di critica sociale come nel caso di Aperitivo. Tuttavia, nei miei obiettivi, rimane fondamentale riuscire a far visualizzare in chi ascolta un’immagine ironica.

Come nasce un brano di Limone: prima le parole e dopo la musica o è un’illuminazione simultanea?
Nella fase embrionale del brano, musica e parole nascono assieme. Segue poi un attento lavoro di sviluppo del testo, che può durare anche mesi.

‘Il secondo album è sempre il più difficile nella carriera di un artista’, cos’è successo dopo 2 anni, di cosa parla la nuova raccolta di opinioni: “Secondo Limone”?
Si tratta di una raccolta di 12 brani. Come nel primo album, ogni brano affronta una tematica diversa.

Testiamo ora il grado di maturazione di Limone: in quali spazi ti senti più a tuo agio ora, con quale tempo hai più confidenza e in che circostanze ti trovi?
Mi piace moltissimo il live, che vedo come un incontro nel salotto di casa con chi ha piacere di ascoltare musica d’autore.
Il palco stesso prende la forma di un salotto nell’arredamento.

Difficoltà e vantaggi di un cantautore polistrumentista
Suonare più strumenti per un musicista è come avere più frecce all’arco di un arciere. Le difficoltà con l’esercizio si riducono

Se fossi spettatore di te stesso come ti vedresti dal vivo?
Come un nomale agrume al pianoforte.

Con quali palchi hai più confidenza e dove ti piacerebbe esibirti?
Mi piace moltissimo la dimensione intima dei live davanti ad un pubblico attento ed incuriosito.

Che rapporti hai con il panorama musicale di oggi?
Il panorama musicale attuale è pieno di artisti interessantissimi talvolta poco noti. La scena locale inoltre offre proposte di artisti di ottimo livello. Mi fa davvero piacere essere inserito all’interno di questo contesto.

Un tuo punto debole, un tuo punto forte
Vivere la musica con approcio professionale e con la libertà dell’intento hobbistico.

facebook INTERVIEW : LIMONEtwitter INTERVIEW : LIMONEgoogle INTERVIEW : LIMONEtumblr INTERVIEW : LIMONEemail INTERVIEW : LIMONEpinterest INTERVIEW : LIMONE