INTERVIEW: HIGH MOUNTAIN BLUEBIRDS

high

Intervista esclusiva
a
High Mountain Bluebirds

Chi sono gli High Mountain Bluebirds? Che genere proponete?
Gli High Mountain Bluebirds sono una band della provincia di Venezia, formatasi circa due anni fa. Proveniamo tutti e tre da diverse esperienze musicali, ma siamo accomunati dalla passione per il rock psichedelico degli anni 60′ e per l’attuale scena garage e “neo-psichedelica”. Per noi è sempre un po’ complesso identificare la nostra musica con un genere specifico. Le principali influenze del gruppo sono sicuramente quelle che abbiamo appena elencato, ma quando scriviamo una canzone non ci poniamo alcun limite. Il processo creativo è molto spontaneo e non sappiamo mai dove ci porterà.

Qual e’ la vostra strumentazione?
Utilizziamo principalmente strumenti semi-acustici. Ci piacciono sia per il loro timbro particolare che per la loro estetica. Inoltre sono strumenti che si adattano benissimo alla musica che suoniamo.

Potete consigliare ai lettori di Sound and Vision qualche disco che spacca il culo?
In questo ultimo periodo abbiamo ascoltato soprattutto gruppi appartenenti all’attuale scena “neo-psichedelica”.
Dischi da consigliare: Brian Jonestown Massacre – Revelation; White Fence – For The Recently Found Innocent; Night Beats – Sonic Bloom; Jacco Gardner – Cabinet of Curiosities; Allah-Las – Allah-Las.
Per quanto riguarda gli anni 60′, i dischi che ci hanno maggiormente influenzato sono The Velvet Underground & Nico, Love and Other Crimes di Lee Hazlewood e More of the Monkees dei The Monkees.

E’ facile trovare date oggi?
Purtroppo la situazione attuale non è delle migliori e per un gruppo come il nostro che ha iniziato da poco a suonare e che propone un genere particolare non è sicuramente facile riuscire a trovare date. Cerchiamo comunque di organizzare il maggior numero possibile di concerti. Per noi la dimensione live è fondamentale: è un’esperienza bellissima e da sempre è il modo migliore per far conoscere la propria musica.

Ci parlate delle vostre produzioni e dei vostri progetti futuri?
Dopo pochi mesi dalla nostra formazione abbiamo realizzato un EP di quattro tracce, completamente autoprodotto. Lo scorso ottobre siamo nuovamente entrati in studio per registrare un nuovo EP. Si chiamerà “Floral Tapestry” e dovrebbe uscire nei prossimi mesi, anche se la data esatta non la sappiamo ancora. Dobbiamo infatti ultimare alcuni dettagli. In seguito alla sua pubblicazione ci concentreremo soprattutto sull’attività live.
Vi ricordiamo infatti:
PSYCHOTIC REACTION
High Mountain Bluebirds Live
Ale Riptapes – Mudnuts Djset
Domenica 22 febbraio ore 18,00
Osteria Al Majo (Piazzola Sul Brenta-PD)
 

facebook INTERVIEW: HIGH MOUNTAIN BLUEBIRDStwitter INTERVIEW: HIGH MOUNTAIN BLUEBIRDSgoogle INTERVIEW: HIGH MOUNTAIN BLUEBIRDStumblr INTERVIEW: HIGH MOUNTAIN BLUEBIRDSemail INTERVIEW: HIGH MOUNTAIN BLUEBIRDSpinterest INTERVIEW: HIGH MOUNTAIN BLUEBIRDS