BOB BALERA

Intervista esclusiva
BOB BALERA

Cos’è per voi la musica: quando e come è nata quest’urgenza di suonare in ciascuno di voi e come è arrivata a confluire in Bob Balera.
Antonio Marco Miotti - La musica è stata per tutti noi una grande folgorazione. Inizialmente ciascuno ha imbracciato uno strumento per proporre ed onorare le canzoni dei propri idoli, ma in un secondo momento è maturata l’esigenza di dare un contributo originale e creare composizioni di proprio pugno. Così, passando di band in band, i membri di Bob Balera hanno ad un certo punto capito che era il momento di inventare BoB Balera e l’hanno fatto!

Cosa lega il vostro suono elettro-pop attuale, alla situazione da balera anni 80. Descriveteci come e perché nasce un brano di Bob Balera
Matteo Marenduzzo - Parlando in qualità di membro recente dei Baleras, la mia chiave di lettura è che i Bob Balera si identifichino fortemente con una cultura “italiana” della musica, nella sua accezione più “popolare”, contraddistinta da ritornelli efficaci e pochi fronzoli, contestualizzata in particolare in un determinato periodo di tempo, appunto quello degli anni 80. Citando da Wikipedia, “la balera è un locale da ballo italiano, tendenzialmente orientato verso un pubblico di estrazione popolare”. Noi incarniamo perfettamente , a mio avviso, lo spirito di chi si reca ancora oggi in balera il Sabato sera, in attesa dell’ultimo brano di Raoul Casadei o dei Sabia. In questo senso e, per una coerenza “filologica” della memoria musicale, il nostro primo video, “Giorni Da Cicala”, è stato girato in buona parte al PomPon di Galliera Veneta, locale che in passato è stato una delle balere più frequentate del triveneto.

Meglio vivere da cicale o da formiche?
Antonio Marco Miotti - Cicale fino alla morte.

Ancorati agli anni 80 o pronti a tuffarvi verso altre mille incredibili avventure, se sì quali?
Antonio Marco Miotti – I due brani del singolo pescano discretamente da quell’ immaginario, ma abbiamo anche canzoni dotate di un piglio un po’ diverso (alcune tuttora in cantiere) riconducibili a territori più “indie”. Nell’album, che uscirà più o meno a breve, troveranno spazio queste e varie altre influenze.

Quando avete incontrato nel vostro cammino Dischi Soviet Studio, spiegateci il connubio
Antonio Marco Miotti – La Dischi Soviet è l’etichetta con cui sono usciti EP ed album dei MiSaCheNevica, il cui cantante/chitarrista ha funto da tramite nell’ incontro artistico tra Romeo, primigenio Bob Balera, e Matteo, Capo Supremo dell’etichetta e attuale chitarrista del progetto Bob B.  A chiusura del cerchio c’è Antonio, che suona la batteria per entrambi i gruppi…

Chi dovete ringraziare per avervi fatto diventare quello che siete?
Antonio Marco Miotti - A tempo debito sfodereremo una corposa lista di nominativi…
Matteo Marenduzzo - Se non altro, al giorno d’oggi, oltre a Paolo Piovesan e Alberto Zigoni, menti creative dei Bob Balera assieme a Romeo Campagnolo, con piacere ringrazio Maurizio Merli e Marco Boffi: il primo rinomato produttore e Dj in ambito prettamente house, il secondo speaker di Top Radio, che stanno credendo nel progetto e proponendolo tramite i loro canali. Grazie a loro siamo entrati in contatto con Agos Music edizioni musicali, che sembrano interessati a partecipare alla produzione del nostro primo disco.

Amate esibirvi solo in balera o ci sono altri luoghi-situazioni a voi consone?
Matteo Marenduzzo - La balera rimane luogo d’elezione, ma possiamo portare il nostro show anche in altri contesti (ameno preferibilmente). Al momento stiamo scaldando i musicisti per preparere l’esordio dal vivo, che con ogni probabilità avverrà attorno alla metà di Marzo.

Un vostro punto debole, un vostro punto forte
Antonio Marco Miotti - Non sappiamo suonare bene. Non ci interessa suonare bene.
Matteo Marenduzzo - Puntiamo tutto sull’ aspetto fisico, inganniamo l’orologio biologico con creme, cosmeceutici, lozioni e prodotti di bellezza che blocchino temporaneamente il decadimento fisiologico.


facebook INTERVIEW : BOB BALERAtwitter INTERVIEW : BOB BALERAgoogle INTERVIEW : BOB BALERAtumblr INTERVIEW : BOB BALERAemail INTERVIEW : BOB BALERApinterest INTERVIEW : BOB BALERA