suoni

IL SUONO DEI DATI: Ryoji Ikeda
di Enrica Sampong

Ryoji Ikeda
(Giappone, 1966)

Per questo mese vi propongo un artista decisamente inconsueto: Ryoji Ikeda. Si tratta di un compositore di musica elettronica che dalla sua stessa arte ne ricava un’altra: la visual art. L’artista partendo da semplici dati numerici esplora ciò che apparentemente può sembrare invisibile, rendendolo visibile ed udibile attraverso il suono e l’immagine. Alla base vi è quindi un sapiente rapporto tra arte e tecnologia, tanto da rendere Ikeda uno degli artisti più influenti della scena contemporanea in materia.

Le sue composizioni sono campionamenti astratti, il vero e proprio risultato di una modulazione dei parametri sonori applicati e combinati all’interno di uno spazio-temporale al limite di ciò che può risultarci reale. In una sua performance audiovisiva l’artista tende a smaterializzarsi all’interno del suo stesso circuito di pura arte; il suo è un lavoro minimale, stilizzato, dai suoni stridenti, a volte difficilmente apprezzabili, accompagnati da colori abbaglianti curati in ogni dettaglio, indescrivibili se non dal punto di vista matematico. Ikeda si basa sulle frequenze sonore e ultra-sonore con l’obiettivo di ricreare una forma in grado di svelare alla percezione umana un mondo fisico di suoni ed immagini. Un’esibizione di Ryoji va vista e udita per la sua essenza sconvolgente e del tutto singolare.

Non giungeremo mai a un inizio o a una fine, potremmo trovarci di fronte al vuoto, come a un suono irritante o meno, a una serie di cifre sullo schermo, a rumori indecifrabili.I dati diventano suoni ristretti, scattanti, avvincenti, spettrali, si avvicinano alla techno, per trasformarsi in ultra-suoni scenici collegati a una folata di immagini apparentemente confuse, dotate di una ampiezza coinvolgente inenarrabile.

facebook IL SUONO DEI DATI: Ryoji Ikeda twitter IL SUONO DEI DATI: Ryoji Ikeda google IL SUONO DEI DATI: Ryoji Ikeda tumblr IL SUONO DEI DATI: Ryoji Ikeda email IL SUONO DEI DATI: Ryoji Ikeda pinterest IL SUONO DEI DATI: Ryoji Ikeda