Gionatan Squillace “L’inverno dello straniero”

coversquillace

coversquillace Gionatan Squillace L’inverno dello straniero

Gionatan Squillace “L’inverno dello straniero”
Pendragon, Dicembre 2010, 78 pagg.

Il breve romanzo d’esordio del giovanissimo scrittore Gionatan Squillace si svela come un noir oscuro, intriso di immagini di dolore e vendetta. Il ritmo di scrittura è lento, di chi sa tenere il lettore con il fiato sospeso…sospeso nei dettagli, minuziosamente descritti, di una natura silenziosa attorno ad un personaggio altrettanto misterioso e solitario: il killer. Il Risorto, così è chiamato il professionista “abituato a trattare con bestie e a uccidere umani come bestie” sarà vittima di un crudele piano di vendetta da parte dei fantasmi della sua famiglia, che riemergono nonostante egli conduca un’esistenza da eremita in una baita isolata della Val d’Aosta. La storia non presenta un complesso intreccio o grandi colpi di scena: pochi sono i protagonisti e lenta passa la manciata di giorni in cui si svolge la storia. Questa, forse, l’unica pecca di un racconto breve senza trame pretenziose, capace tuttavia di tenere sospeso il lettore in momenti oscuri, bagnati di sangue e di crudeltà gratuita. Il messaggio nascosto che regala il romanzo è forse la leggerezza con cui viene vissuta la morte da parte del killer e dai suoi consanguinei, assetati di sangue e danaro nei confronti del “bastardello”. La morte, che per il Risorto è “uno spettacolo ormai privo di emozioni, dato che ne era uno spettatore assiduo” acquista, dopo la sanguinosa vicenda, valori diversi e più profondi, legati al suo misterioso passato. Da leggere tutto d’un fiato, mentre fuori la neve dell’inverno (dello straniero) si sporca di sangue immaginario.

facebook Gionatan Squillace L’inverno dello stranierotwitter Gionatan Squillace L’inverno dello stranierogoogle Gionatan Squillace L’inverno dello stranierotumblr Gionatan Squillace L’inverno dello stranieroemail Gionatan Squillace L’inverno dello stranieropinterest Gionatan Squillace L’inverno dello straniero