antimtv

antimtv ANTI MTV DAY...

ANTI MTV DAY. DIECI ANNI DI HARDCORE E NON SENTIRLI di Marika Zorzi

C’è l’Mtv day con i gggiovani eroi del momento pompati nei cervelli di altrettanti gggiovani adoranti dalla magica rete televisiva. E poi c’è l’Antimtvday, festival con gruppi della scena hardcore-punk assolutamente estranei alla “tv lobotomia”. La prima festa è all’Arena Parco Nord. La seconda all’ex mercato 24. Entrambe a Bologna. Sulla prima non serve nessun commento per due ovvi motivi. Primo non ci sono stata, secondo sarebbero 1200 parole sotto forma di insulto. Quindi parliamo dell’ANTIMTVDAY. Arrivato alla sua decima edizione, il festival nato come alternativa al concerto organizzato annualmente dalla nota rete televisiva è diventato un esempio di realtà slegata dalle logiche del music business. Quest’anno l’Xm24 da il meglio di sé. 17 gruppi e due palchi. Dalle 17.30 si susseguono i  Valerian Swing, Disquieted By, LaCrisi, The Conflitto, Gazebo Penguins, Mother Propaganda, Agatha, Infarto, Ed, Storm{O}, Gerda, Dyskinesia, Raein / LaQuiete, Lento, Inferno, Ornaments e Laghetto chi sul palco grande e chi “in cantina”. Impossibile seguirli tutti dalla calca che c’è. L’ex mercato straborda di gente.  Nelle due stanze concerto non si respira. C’è un caldo pesante, odore d’ascella e i muri piangono umidità. La cosa figa di questo festival e’ che sotto il palco c’e’ sempre gente che scalcia,si tuffa in stage diving improponibili, balla e urla. Non importa se sei più o meno conosciuto. Non conta nulla se a suonare sei in una stanza minuscola sotto terra o nel palco principale. E vale ancora meno se inizi alle 7 di sera o alle 4 di mattina. Il pubblico è sempre là per te anche stremato. Questa festa è l’esempio di come il sottosuolo musicale underground vicino all’hc punk brulichi di una vita a se’ stante e di come non serva andare a rocktv,mtv,cazziemazzitv per essere apprezzati. Certo,se si voglio fare i soldi quello è un altro paio di maniche. Ma il bello dell’hardcore dovrebbe essere questo. Suonare per  far musica restando lontani dalla logica commerciale delle grandi case discografiche. Altra cosa. Ho sentito in molti dire quella sera “ah,in veneto feste cosi non si riescono a fare”. Be’ anche da noi gli spazi ci sono, peccato che i “luoghi alternativi e popolari” puntano sempre e solo ai soldi e di concerti hardcore grossi se ne vedono sempre meno dato che “no i te fa far schei”. Detto questo. L’antimtvday parte X e’ stato una bomba. Per l’xm,i gruppi, tutte le distro presenti e i prezzi straordinariamente popolari.  Particolare menzione – mio sfizioso gusto personale scusate-per un gruppo. Gli Storm{o} da Feltre che spero di rivedere presto live. Hanno spaccato i sederini. Bravi. Davvero.

facebook ANTI MTV DAY...twitter ANTI MTV DAY...google ANTI MTV DAY...tumblr ANTI MTV DAY...email ANTI MTV DAY...pinterest ANTI MTV DAY...