Alterbridge @ GranTeatro (PD)

06_MG_3343

06 MG 3343 Alterbridge @ GranTeatro (PD)

Alterbridge @ Gran Teatro Geox (PD)

La quarta e ultima data del minitour italiano degli Alter Bridge non ha deluso le aspettative.
La band nata dalle ceneri dei Creed ed dei Mayfield Four, ha sviluppato il concerto proponendo in gran parte i successi dei primi due dischi. Poche invece le canzoni tratte dall’ultimo album “AB III” uscito nell’ottobre 2010: lavoro accolto con entusiasmo da critica e fan, che conferma l’ottimo livello compositivo della band, già consacrata tra le migliori formazioni rock a livello mondiale dopo l’album “Blackbird” del 2007.
Gli echi grunge e indie sono chiari e frequenti come le similitudini con Soundgarden e Megadeth.
La coda interminabile di fans che attendevano al freddo per entrare si è velocemente smaltita poco prima delle 9:00, ora di inizio concerto.
Le 2 ore di live sono state aperte da una base cupa, misteriosa ed esaltate che ha introdotto “One Day Remains”, singolo tratto dal primo album dal gruppo, per poi riproporre le conosciutissime “Metalingus”, “Broken Wings”, “Come To Life” e concludendo con la nuova “Isolation” e “Rise Today”.
Ma il mix fra schitarrate nu-metal, ritmi adrenalinici e assoli melodici è stata la componente di successo che nel live di Padova ha saputo coinvolgere tutti gli spettatori, spesso cantanti-protagonisti nelle canzoni più conosciute. Merito dell’eccellente cantante Myles Kennedy che -seppur influenzato- inneggiava la folla e del chitarrista Mark Tremonti, forse la figura di riferimento quando si pensa a questo gruppo.
Per quest’ultimo una serata difficile a causa dei problemi tecnici di palco ma che ha saputo gestire con grande professionalità.
Purtroppo il Gran Teatro pecca dal punto di vista audio e l’amplificazione è stata scadente, con parecchi problemi tecnici che hanno smorzato l’intensità di questa band che aveva tutte le carte in regola per “spaccare”, nel vero senso della parola.
Bisogna però dar merito all’assetto del Gran Teatro in pieno stile concerto: i veri fans sono stati in piedi, mancando di quella compostezza che ultimamente cede il passo alle norme di sicurezza. Questo ha fatto in modo di poter respirare appieno il senso della folla rockettara che si muove a ritmo del sound.
Tutto sommato, un concerto completo ed emozionante che ha soddisfatto anche i molti “curiosi” accorsi da tutta Italia, grazie all’alternanza tra ballate potenti e sonorità più pesanti, in pieno stile Alter Bridge.

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

facebook Alterbridge @ GranTeatro (PD)twitter Alterbridge @ GranTeatro (PD)google Alterbridge @ GranTeatro (PD)tumblr Alterbridge @ GranTeatro (PD)email Alterbridge @ GranTeatro (PD)pinterest Alterbridge @ GranTeatro (PD)