4x4

4x4 4x4

4×4 di Emanuela Virago

4 festival X 4 weekend. Il mese di giugno è stato stancante ma esaltante come pochi altri. Spagna, Portogallo ed Italia, ecco dove siamo finiti per sentire la migliore musica del momento. Prima tappa al PRIMAVERA SOUND a Barcellona, dal 30 Maggio al 3 Giugno. La cancellazione inaspettata di Bjork per problemi di salute, a solo due settimane dall’evento, non ha fortunatamente influito sul successo della manifestazione, alla 12° edizione. Estimatori (e non solo) di The Cure si sono goduti ben 3 ore di concerto nel main stage della epica band inglese e gli altri 6 palchi, tra cui quelli di Pitchfork e Vice, hanno offerto le migliori proposte della musica rock, indie ed elettronica oggi sul mercato, con oltre 200 bands. Battesimo invece per il fratello OPTIMUS PRIMAVERA SOUND a Porto la settimana dopo. Dal cemento ed avanguardia architettonica di Parc del Forum, siamo passati ai prati verdi con vista sull’oceano di Parque De Ciudad e all’avveniristica Casa De La Musica, altra sede del festival, nel lungo weekend del 7-8-9-10 Giugno. Line-up ridotta rispetto all’edizione catalana con di nuovo Shellac, Beach House, Kinds of Convenience, Saint Etienne per citarne solo alcuni e qualche defezione causa pioggia torrenziale del sabato, ma il primo esperimento fuori paese è ben riuscito per la macchina organizzativa di Primavera Sound che sembra voler seguire le note orme del concittadino Sonar che da qualche anno ha espatriato il concetto ‘A taste of Sonar’ in Brasile, Giappone e Sud Africa. Il fine settimana successivo si ritorna a Barcellona con un accredito SONAR, un must (pure l’accredito) per i cultori della musica elettronica. Terza volta per noi che ci adoriamo l’atmosfera ineguagliabile del Sonar De Dia nella suggestiva cornice del Macba e le lunghe notti nei grandi spazi della fiera. Attesissimi (ma altrettanto apprezzati?) The Antwoord e Lana Del Rey. Bellissimi i live di Azari & III e Friendly Fires. Suoni nuovi per i dj set di Maja Jane Cole e Nicolas Jaar. La penisola iberica ha fatto da grande padrona con Primavera Sound e Sonar. Entrambi i festival convivono da tempo senza grande concorrenza per la gioia di organizzatori e di un vasto pubblico estremamente variegato: più nazionale per Primavera, più internazionale per Sonar. Quest’ultimo nel 2012 ha battuto tutti i record i presenze con quasi 100.000 ingressi durante i 3 giorni del festival e l’importante accordo di live streaming con YouTube. Il prossimo anno si prepara a festeggiare il ventesimo anniversario e il team in loco ci racconta che ci sono grandi progetti in programma. Ultimo, ma solo per una questione temporale visto che ha chiuso il mese di giugno, l’italiano JAZZ:RE:FOUND a Vercelli, uno dei pochi outdoor festival della nostra penisola a guadagnare in popolarità e qualità musicale negli anni. Quinta edizione per gli amici dell’Associazione Culturale Casanoego che quest’anno si sono portati a casa nomi come Four Tet, De La Soul e Machinedrum. Non facile far sopravvivere un progetto come questo nella piccola e provinciale Vercelli ma i ragazzi hanno smalto, buone intuizioni e grinta da vendere. 4X4, Giugno 2012.

facebook 4x4twitter 4x4google 4x4tumblr 4x4email 4x4pinterest 4x4